giovedì 15 giugno 2017

I ROM SULLE (5) STELLE?

Vesna Baxtali Vuletic ha pubblicato qualcosa in 3 gruppi.
Idea Rom Onlus
15 h ·
I ROM SULLE (5) STELLE?
E' di ieri la presa di posizione del leader del M5S, Beppe Grillo, su vari temi fra cui quello dei Rom a Roma.
Lo fa con un post sul blog firmato Movimento 5 Stelle: "Ora a Roma si cambia musica".
Non sorprende il solito accento su ciò che di negativo può essere addossato ai Rom mentre, invece, non si fa una sola parola su quanto di negativo possa essere responsabilità di altri.
A partire dalle discriminazioni, passando per la segregazione abitativa monoetnica nei campi, arrivando agli intollerabili episodi di razzismo alimentati da media e politici con ampi consensi popolari.
E questo post, nei toni e nei contenuti, non fa che amplificare la percezione negativa dei Rom, quasi avessero l'appannaggio di ogni colpa riferita alla condizione di emarginazione in cui vivono nei campi nomadi.
Grillo si agita nello spiegare che l'intera operazione in fase d'avvio a Roma è di pura convenienza economica: i soldi li mette l'Europa, se non facciamo nulla dovremo pagare le multe!
Quindi, verrebbe da pensare, se l'Europa non mettesse soldi e non facesse multe, si potrebbe andar avanti con il degrado dei campi nomadi?
Si parla di censimenti, manco non ce ne fossero stati a ripetizione nel corso degli anni, e di chiusura dei campi nomadi, partendo dai quelli della Monachina e La Barbuta. Senza spiegare cosa si farà di quelle famiglie. Anzi, prefigurando il solito scenario da castigo a cui sottomettere quelli con le macchine belle o dediti all'accattonaggio.
Anche questa volta il problema, lo scandalo, la vergogna è tutta solo per i Rom? Come al solito.
Viste le premesse ci sembra il solito scenario, dove si alza molta polvere, si gettano per strada le famiglie e non si conclude nulla. Dandone alla fine la colpa agli stessi Rom. Ma magari non è così, forse è solo una (sbagliata) strategia comunicativa. Staremo a vedere, a partire dai fatti concreti che, meglio di tante parole, sveleranno le reali intenzioni del Sindaco e della giunta romana.
Ecco comunque di seguito il post tratto dal blog del Movimento 5 Stelle:
-----
Partiamo subito da una premessa: finora nessuno aveva messo mano al problema dei campi rom, perché per molti non era un problema, ma un affare. Vedi Mafia Capitale. Il MoVimento 5 Stelle a Roma ci ha messo la faccia e ne va fiero. E chi in questi giorni dice che regaliamo soldi ai rom, mente sapendo di mentire. Roma era l’unica capitale europea ad avere ancora campi rom. Diciamo "era" perché grazie a noi è iniziata la fine dei campi, delle roulotte e dei caravan in mezzo alle strade della città, gli incendi occasionali, i "furti" di corrente agli edifici limitrofi. In breve: stop all’illegalità e al degrado.
Di fronte a una emergenza di questo tipo, prodotta da decenni di malgoverno di Roma, le strada è una: smantellare i campi e creare le condizioni affinché l'emergenza non si ripresenti fra qualche anno. Il M5S ha fatto entrambe le cose, senza chiedere un solo euro ai romani. I fondi ottenuti grazie a un bando che abbiamo vinto, circa 3,8 milioni di euro, sono dell'Unione europea e sono vincolati. L’Ue ci mette a disposizione questi soldi a patto che siano destinati esclusivamente all’integrazione delle popolazioni Rom. Se non li usiamo per chiudere i campi rom, li perderemo.
Questo lo vogliamo dire forte e chiaro a tutti quei partiti, Meloni in testa, che in questi anni non hanno mosso un dito e adesso si permettono di diffondere falsità, solo per trarne un debole vantaggio politico e mediatico. L'alternativa quale sarebbe? Lasciare che nascano nuovi campi a Roma? Restare fermi? Perdere i soldi che ci ha dato l'Ue? Quando si smantella un campo rom, cosa credete che farebbe la vecchia politica? Farebbe scomparire le famiglie da un momento all'altro? No, le trasferirebbero in un altro campo o un'altra area per un nuovo insediamento. E dopo aver smantellato anche quello? Ne individuerebbero un altro ancora! Sono 20 anni che va avanti questa storia e intanto l'Ue continua a farci pagare multe. Questo significa una sola cosa: che a pagare le sanzioni sono le tasse dei romani. E' quello che hanno sempre fatto le precedenti amministrazioni, da Rutelli a Veltroni, passando per Alemanno e Marino.
Stop. Questa storia si chiude qua. Ora a Roma si cambia musica. Chiusura dei campi rom, censimento di tutte le aree abusive e le tendopoli. Chi si dichiara senza reddito e gira con auto di lusso è fuori. Chi chiede soldi in metropolitana, magari con minorenni al seguito, è fuori. In più sarà aumentata la vigilanza nelle metro contro i borseggiatori. Nessuno prima d'ora aveva mai affrontato il problema in questo modo. Il servizio applicato è capillare e copre tutta la città. Iniziamo a chiudere i primi due di nove campi ancora presenti a Roma. Lo diciamo subito: ci vorrà tempo. Queste non sono operazioni che si fanno dall’oggi al domani. Qualsiasi tecnico specializzato vi dirà che serviranno mesi. Come per tutto quello che la vecchia politica ha lasciato a Roma, anche in questo caso il MoVimento 5 Stelle non ha la bacchetta magica. Ma ha la libertà di fare le cose che dovevano essere fatte 20 anni fa. E allora iniziamo: i campi della Monachina e La Barbuta verranno chiusi. Parliamo di 700 persone che risiedevano qui.
Infine, giusto per mettere le cose in chiaro: l’obiezione secondo cui daremmo 800€ ai rom è falsa: nessun cittadino romano pagherà un centesimo. L'altra invece, secondo cui ai rom saranno assegnate case popolari è, allo stesso modo, falsa. Una pura invenzione. La procedura per l’assegnazione delle case popolari è e resta identica per tutti: anche i rom dovranno sottostare alle stesse regole di un qualunque cittadino.
Solo il buon senso, in assenza di un sistema mediatico oggettivo e imparziale, può aiutare a comprendere veramente come stanno le cose. E noi siamo certi che i romani sapranno distinguere tra le urla di un Salvini e il lavoro di un'amministrazione che per la prima volta, a Roma, ha iniziato a rimettere in ordine le cose.
(Fonte: Blog Movimento 5 Stelle)
  • Iscriviti al gruppo
    Queste posizioni espresse da Beppe Grillo mi ricordano i progetti fallimentari realizzati a Torino. Tutti volevano selezionare e distinguere i Rom buoni dai cattivi, ma alla fine li hanno sbattuti quasi tutti in mezzo alla strada.
    Basta con la politica dei furbi che anno sono interesse ad alimentare l'odio anti rom per raccattare qualche consenso!
    Poi la gente si lamenta della diffusione di campi nomadi abusivi ricreati proprio dalle famiglie sgomberate... Ma in realtà è la politica e la maggioranza della cittadinanza a volere proprio questo, pur facendo sempre cadere la colpa su noi Rom.
    Mi piaceVedi altre reazioni
    Commenta
    Commenti
  • Vesna Baxtali Vuletic ha condiviso la foto di Idea Rom Onlus nel gruppo: Io sto con i rom.
    14 h ·
    Queste posizioni espresse da Beppe Grillo mi ricordano i progetti fallimentari realizzati a Torino. Tutti volevano selezionare e distinguere i Rom buoni dai cattivi, ma alla fine li hanno sbattuti quasi tutti in mezzo alla strada.
    Basta con la politica dei furbi che anno sono interesse ad alimentare l'odio anti rom per raccattare qualche consenso!
    Poi la gente si lamenta della diffusione di campi nomadi abusivi ricreati proprio dalle famiglie sgomberate... Ma in realtà è la politica e la maggioranza della cittadinanza a volere proprio questo, pur facendo sempre cadere la colpa su noi Rom.

Nessun commento:

Posta un commento